testo home

Le splendide ambientazioni offerte dalla rete dei Sacri Monti - di cui Oropa fa parte - contribuiscono a sottolineare da un'edizione all'altra il livello delle proposte turistiche piemontesi negli ambiti devozionale, culturale, storico-artistico. In queste location di eccellenza Enti turistici, Province e Regioni italiane, Operatori dell'offerta italiana e Buyers giunti da paesi anche molto lontani come il Giappone, la Russia, il Brasile, la Cina e Taiwan, gli Stati Uniti e dal 2009 l'Australia si ritrovano per gettare le basi di un fecondo scambio che si intende sviluppare negli anni a venire.

Il Santuario e Sacro Monte di Oropa, sede della manifestazione, rappresenta una significativa eccellenza non solo in quanto meta di visite e pellegrinaggi a livello nazionale ed internazionale, sito riconosciuto all'interno del sistema dei Sacri Monti UNESCO e dei Parchi della Regione Piemonte, ma anche dal punto di vista della grandiosità delle strutture, che consente l'ambientazione ottimale di un percorso formativo-operativo residenziale per tecnici del settore, rappresentanti dei siti e delle realtà devozionali ospiti della manifestazione ed Autorità istituzionali connesse all'area di attività.

Il Santuario e Sacro Monte di Oropa e il Biellese, che hanno ospitato ed organizzato in collaborazione con la Regione Piemonte le prime tre edizioni della "Borsa dei Percorsi Devozionali e Culturali", supportandone il largo e ormai consolidato successo, si qualificano quindi come un punto di riferimento per gli operatori nazionali e internazionali del Turismo di settore, e concorrono ad attestare il ruolo del Piemonte nella tutela, nella valorizzazione e nella promozione dei sistemi culturali e territoriali costituiti dai Sacri Monti e dagli altri luoghi di fede e di spiritualità. In un'ottica di sempre maggiore fidelizzazione e soddisfazione dei partecipanti, provenienti da tutto il Piemonte, dall'Italia e dal mondo, la periodicità biennale della manifestazione contribuisce a garantire la visibilità necessaria alle attività di valorizzazione turistica e culturale di cui sono sempre più protagonisti i luoghi di devozione piemontesi ed italiani, consentendo al pubblico internazionale di cogliere la qualità e l'unicità dell'offerta proposta.

Oropa in rosa

Il mese di maggio quest’anno presso il Santuario Di Oropa non sarà semplicemente, come da tradizione, il mese della Madonna, ma sarà anche il mese “rosa” del Giro d’Italia. La più nota corsa ciclistica del nostro Paese farà infatti tappa qui il 20 maggio, ma intorno a questa singola data è stato organizzato un calendario ricco di iniziative e appuntamenti collaterali.

Una delle tematiche principali riguarda la figura di Marco Pantani, che in passato vinse la tappa del Giro ad Oropa in una delle performance più entusiasmanti della sua carriera. A segnare l’avvio dei festeggiamenti è stato un evento che si protrarrà fino alla fine del Giro d’Italia e che ha avuto inizio il giorno della prima tappa ad Alghero, il 5. La cupola della Basilica Nuova del Santuario di Oropa è stata eccezionalmente illuminata di rosa, con un effetto estremamente suggestivo che nelle giornate limpide può essere ammirato perfino dalla pianura. Con l’accensione delle luci rosa sulla cupola, avvenuta in concomitanza con la presentazione del calendario delle manifestazioni da parte del Comitato d’Onore del Giro presieduto dal Presidente della Regione Sergio Chiamparino, ha preso il via anche tutto il resto del programma. Il 7 maggio si è svolta la “Pedalata in Rosa”, un percorso di otto chilometri aperto a tutti, professionisti e semplici amatori, organizzata a scopo benefico. Il percorso è partito da piazza del Monte in Riva ed è tornato qui; ad aspettare i ciclisti un punto ristoro e due simpatici omaggi, un campanello per la bicicletta e una maglietta commemorativa dell’evento. A seguire, sono previsti molti incontri vertenti sulla figura di Pantani. Il 18 maggio si è svolta la conferenza “Pantani: verità o complotto”, a cui è stato presente l’autore del libro-inchiesta sulla tragica morte del ciclista, Francesco Ceniti, che è anche giornalista de La Gazzetta dello Sport. Il 19 maggio invece è stata messa in scena un’opera teatrale ancora una volta ispirata alla vita del “Pirata”, questo il nomignolo con cui veniva affettuosamente chiamato Pantani. L’opera si chiama “Marco Pantani – Il campione fuori norma” ed ha avuto luogo presso il Teatro Sociale; essa ripercorre le vicende avvenute dopo l’esclusione di Pantani dal Giro d’Italia nel 1999, dopo la tappa di Madonna di Campiglio, per via dei valori alti del suo ematocrito. Ancora, a partire dall’11 maggio presso la sala Juvarra del Santuario di Oropa ha preso il via la mostra fotografica sul Giro d’Italia, e a partire dall’8 maggio è possibile visitare un’esposizione di biciclette d’epoca presso il centro commerciale “Gli Orsi”. Venerdì 19 a Valdengo è stata organizzata una “passeggiata in rosa” per conoscere ed esplorare le bellezze del territorio. Dunque, se il biellese attira sempre moltissimi visitatori, anche grazie al richiamo esercitato dallo splendido Santuario mariano di Oropa incastonato in mezzo alle montagne, in questo maggio 2017 ci sono molti motivi in più per tutti gli italiani, e non solo, per concedersi una vacanza in questo territorio. D’altra parte la popolarità di Oropa e del suo Santuario hanno di recente subito un’impennata grazie all’inattesa fortuna di una testimonial di eccezione. Ha avuto infatti molto scalpore il post pubblicato sul noto social network Facebook da Michelle Hunziker il 6 maggio scorso. La popolare soubrette di origini svizzere, conquistata dalla bellezza del Santuario immerso nella nebbia, ha speso parole entusiastiche per questo luogo e per tutte le meraviglie d’Italia. Ecco cosa ha scritto: “L'Italia è semplicemente il paese più completo al mondo...ogni luogo ,ogni comune anche il più piccole ha dei gioielli inenarrabili!!! Qui sono vicino al santuario della Madonna d'Oropa. Mi sono emozionata...”.